Carla Cacianti vive e lavora a Roma.
Inizia giovanissima il suo percorso artistico con esperienze di vero e proprio imprinting in differenti situazioni di avanguardia. Con il Teatro Immagine diretto da Mario Ricci, espressione tra le più significative della sperimentazione teatrale europea degli anni Settanta, partecipa alla creazione degli “oggetti scenici” per gli spettacoli Re Lear, Moby Dick e Monaco ’72, rappresentati nelle principali rassegne teatrali in Italia e in Europa. È tra gli artisti che con Umberto Bignardi realizzano le immagini di Implicor, uno dei primi grandi sistemi multimediali di arte e comunicazione audiovisiva, prodotto da Olivetti per la XV Triennale di Milano. A partire da questa esperienza sviluppa il suo interesse per il visual design, che la porterà a realizzare progetti di comunicazione visiva sia in ambito sociale e culturale sia per le imprese. Trascorre alcuni anni all’estero per studio e lavoro. A Stoccolma è direttore artistico di Nordan, casa editrice per l’infanzia.
Dalla seconda metà degli anni ’80 è designer libera professionista e firma centinaia di progetti di immagine e comunicazione visiva per grandi aziende e istituzioni. Per dieci anni è docente di Visual Design nei corsi dello IED/Istituto Europeo di Design di Roma e insegna in altri istituti di moda e design.
Dal 1985 al 2015 è Socia professionista Beda/Bureau of European Design Associations e Aiap/Associazione italiana Design della Comunicazione Visiva, in cui occupa a più riprese incarichi nel Direttivo nazionale.
Dal 2009 torna alla ricerca artistica pura. Pittura, fotografia e fotomontaggio sono gli strumenti della sua produzione artistica. Attualmente si dedica in particolare alla foto-scultura, un linguaggio esclusivo e personale elaborato, a partire dal 2014, manipolando l’immagine fotografica. Prosegue in parallelo la sua ricerca pittorica, indagando temi della mitologia e della cultura classica mediterranea.
Suoi progetti sono stati selezionati per pubblicazioni ed esposizioni di arte e di design, in Italia e all’estero.

Biografia

Mostre personali

Identità mutevoli  |  Macro, Museo Arte Contemporanea Roma  |  2019

Mutazioni  Fotografia Europea 2018  Reggio Emilia, Galleria Spazio Aperto, 2018

Volti  |  Trani, Biblioteca Giovanni Bovio, 2017
Ferite  |  Roma, Centro Luigi Di Sarro, 2015
L’illusione e il reale (doppia personale)  |  Milano, Galleria Sblu, 2011
Life-like – Cinema e grafica, profezie e paradossi  |  Roma, Galleria Èstile, 2009
Identy-Kits (da un’idea di G. Tonna)  |  Roma, Sede Unioncamere, 2007

Mostre collettive
Oggetto Libro 2018  |  Milano, Mediateca S. Teresa, 2018

Design4Bread  |  Milano, Casa del Design, 2015
Shots of bread  |  Milano, Mediateca Santa Teresa, 2015
Design Resistente  |  Milano, Spazio Mil, 2015                                  
Rito, costume, paradosso/Il cammino del pane  |  Milano, Spazio Oberdan, 2013/14
Aquatecture  |  Milano, Superstudio, 2011
150x150x150  |  Civitanova Marche, Ente Fiera, 2011
Stanze  |  Gela, Museo Archeologico, 2010
H2O/Nuovi scenari per la sopravvivenza  |  Roma, Napoli, Milano, Montréal, Mumbay, Toronto, 2006/2010
Ghost Generation  |  Milano, Galleria Sblu, 2008
Manifestinno  |  Aosta, Priorato di Sant'Orso, 2007 e Firenze, Fortezza da Basso, 2008
Marche italiane  |  Londra, Showroom Arjowiggins,1998
Fiera di S. Orso  |  Aosta, Palazzo comunale,1991
CromaUfficio  |  Roma, Fiera di Roma, 1987
Progettografico  |  Roma, Palazzo Taverna, 1986
Colore/Suono  |  Roma, Galleria Canova 1985
Implicor/Olivetti  |  Milano, Triennale, 1973
Toys by Artist  |  Torino, Galleria People, 1973
Monaco'72  |  Monaco di Baviera, Sezione Cultura delle XX Olimpiadi, 1972