• Da-mater/ Terramadre  |  Furia (1)
    Tecnica mista  |  cm 100 x 70  |  2013

    In Da-mater | Terramadre Carla Cacianti rintraccia i segni  di un epos femminile nel mito del grano, della fertilità e del pane. Una cosmogonia. Quella della Grande Madre, della Madre Terra, di Demetra-Kore. Come il mito, il pane è sacro – ieròs – viene prima della storia, misteriosa è la sua germinazione. Ecco Demetra ierofante, la dea che mostra il sacro. Generosa, fiera, potente e terribile dea delle splendide messi. Appare nelle figure, nude o velate, tra verdi germogli o spighe mature, sulla terra riarsa o nel gelo silenzioso. La grande madre si erge nella rappresentazione e dalle profondità del tempo mostra – phnìa – un mondo dove l'umanità sempre cerca se stessa, tenacemente e amorevolmente, tra messi e spighe, pane e misteri, perdite e ritrovamenti, aridità e germinazione, crisi e trasformazioni.

     

    Gualtiero Tonna (Catalogo delle mostra “Rito, costume, paradosso”, Milano 2013)

    Altro su questo lavoro:

    Eventi > Rito costume paradosso

    Profilo > Da-mater | Terramadre

    Da-mater | Terramadre - Carla Cacianti
  • Da-mater/ Terramadre  |  Furia (2)
    Tecnica mista  |  cm 100 x 70  |  2013

    In Da-mater | Terramadre Carla Cacianti rintraccia i segni  di un epos femminile nel mito del grano, della fertilità e del pane. Una cosmogonia. Quella della Grande Madre, della Madre Terra, di Demetra-Kore. Come il mito, il pane è sacro – ieròs – viene prima della storia, misteriosa è la sua germinazione. Ecco Demetra ierofante, la dea che mostra il sacro. Generosa, fiera, potente e terribile dea delle splendide messi. Appare nelle figure, nude o velate, tra verdi germogli o spighe meture, sulla terra riarsa o nel gelo silenzioso. La grande madre si erge nella rappresentazione e dalle profondità del tempo mostra – phnìa – un mondo dove l'umanità sempre cerca se stessa, tenacemente e amorevolmente, tra messi e spighe, pane e misteri, perdite e ritrovamenti, aridità e germinazione, crisi e trasformazioni.

     

    Gualtiero Tonna (Catalogo delle mostra “Rito, costume, paradosso”, Milano 2013)

    Altro su questo lavoro:

    Eventi > Rito costume paradosso

    Profilo > Da-mater | Terramadre

    Da-mater | Terramadre - Carla Cacianti
  • Da-mater/ Terramadre
    Tecnica mista  |  cm 100 x 70  |  2013

    In Da-mater | Terramadre Carla Cacianti rintraccia i segni  di un epos femminile nel mito del grano, della fertilità e del pane. Una cosmogonia. Quella della Grande Madre, della Madre Terra, di Demetra-Kore. Come il mito, il pane è sacro – ieròs – viene prima della storia, misteriosa è la sua germinazione. Ecco Demetra ierofante, la dea che mostra il sacro. Generosa, fiera, potente e terribile dea delle splendide messi. Appare nelle figure, nude o velate, tra verdi germogli o spighe meture, sulla terra riarsa o nel gelo silenzioso. La grande madre si erge nella rappresentazione e dalle profondità del tempo mostra – phnìa – un mondo dove l'umanità sempre cerca se stessa, tenacemente e amorevolmente, tra messi e spighe, pane e misteri, perdite e ritrovamenti, aridità e germinazione, crisi e trasformazioni.

     

    Gualtiero Tonna (Catalogo delle mostra “Rito, costume, paradosso”, Milano 2013)

    Altro su questo lavoro:

    Eventi > Rito costume paradosso

    Profilo > Da-mater | Terramadre

    Da-mater | Terramadre - Carla Cacianti
  • Da-mater/ Terramadre  |  Melagrana (1)
    Tecnica mista  |  cm 100 x 70  |  2013

    In Da-mater | Terramadre Carla Cacianti rintraccia i segni  di un epos femminile nel mito del grano, della fertilità e del pane. Una cosmogonia. Quella della Grande Madre, della Madre Terra, di Demetra-Kore. Come il mito, il pane è sacro – ieròs – viene prima della storia, misteriosa è la sua germinazione. Ecco Demetra ierofante, la dea che mostra il sacro. Generosa, fiera, potente e terribile dea delle splendide messi. Appare nelle figure, nude o velate, tra verdi germogli o spighe meture, sulla terra riarsa o nel gelo silenzioso. La grande madre si erge nella rappresentazione e dalle profondità del tempo mostra – phnìa – un mondo dove l'umanità sempre cerca se stessa, tenacemente e amorevolmente, tra messi e spighe, pane e misteri, perdite e ritrovamenti, aridità e germinazione, crisi e trasformazioni.

     

    Gualtiero Tonna (Catalogo delle mostra “Rito, costume, paradosso”, Milano 2013)

     

     

     

     

    Altro su questo lavoro:

    Eventi > Rito costume paradosso

    Profilo > Da-mater | Terramadre

    Da-mater | Terramadre - Carla Cacianti
  • Da-mater/ Terramadre  |  Melagrana (2)
    Tecnica mista  |  cm 100 x 70  |  2013

    In Da-mater | Terramadre Carla Cacianti rintraccia i segni  di un epos femminile nel mito del grano, della fertilità e del pane. Una cosmogonia. Quella della Grande Madre, della Madre Terra, di Demetra-Kore. Come il mito, il pane è sacro – ieròs – viene prima della storia, misteriosa è la sua germinazione. Ecco Demetra ierofante, la dea che mostra il sacro. Generosa, fiera, potente e terribile dea delle splendide messi. Appare nelle figure, nude o velate, tra verdi germogli o spighe meture, sulla terra riarsa o nel gelo silenzioso. La grande madre si erge nella rappresentazione e dalle profondità del tempo mostra – phnìa – un mondo dove l'umanità sempre cerca se stessa, tenacemente e amorevolmente, tra messi e spighe, pane e misteri, perdite e ritrovamenti, aridità e germinazione, crisi e trasformazioni.

     

    Gualtiero Tonna (Catalogo delle mostra “Rito, costume, paradosso”, Milano 2013)

     

    Altro su questo lavoro:

    Eventi > Rito costume paradosso

    Profilo > Da-mater | Terramadre

    Da-mater | Terramadre - Carla Cacianti
  • Da-mater/ Terramadre
    Tecnica mista  |  cm 100 x 70  |  2013

    In Da-mater | Terramadre Carla Cacianti rintraccia i segni  di un epos femminile nel mito del grano, della fertilità e del pane. Una cosmogonia. Quella della Grande Madre, della Madre Terra, di Demetra-Kore. Come il mito, il pane è sacro – ieròs – viene prima della storia, misteriosa è la sua germinazione. Ecco Demetra ierofante, la dea che mostra il sacro. Generosa, fiera, potente e terribile dea delle splendide messi. Appare nelle figure, nude o velate, tra verdi germogli o spighe meture, sulla terra riarsa o nel gelo silenzioso. La grande madre si erge nella rappresentazione e dalle profondità del tempo mostra – phnìa – un mondo dove l'umanità sempre cerca se stessa, tenacemente e amorevolmente, tra messi e spighe, pane e misteri, perdite e ritrovamenti, aridità e germinazione, crisi e trasformazioni.

     

    Gualtiero Tonna (Catalogo delle mostra “Rito, costume, paradosso”, Milano 2013)

    Altro su questo lavoro:

    Eventi > Rito costume paradosso

    Profilo > Da-mater | Terramadre

    Da-mater | Terramadre - Carla Cacianti
  • Da-mater/ Terramadre
    Tecnica mista  |  cm 100 x 70  |  2013

    In Da-mater | Terramadre Carla Cacianti rintraccia i segni  di un epos femminile nel mito del grano, della fertilità e del pane. Una cosmogonia. Quella della Grande Madre, della Madre Terra, di Demetra-Kore. Come il mito, il pane è sacro – ieròs – viene prima della storia, misteriosa è la sua germinazione. Ecco Demetra ierofante, la dea che mostra il sacro. Generosa, fiera, potente e terribile dea delle splendide messi. Appare nelle figure, nude o velate, tra verdi germogli o spighe meture, sulla terra riarsa o nel gelo silenzioso. La grande madre si erge nella rappresentazione e dalle profondità del tempo mostra – phnìa – un mondo dove l'umanità sempre cerca se stessa, tenacemente e amorevolmente, tra messi e spighe, pane e misteri, perdite e ritrovamenti, aridità e germinazione, crisi e trasformazioni.

     

    Gualtiero Tonna (Catalogo delle mostra “Rito, costume, paradosso”, Milano 2013)

     

    Altro su questo lavoro:

    Eventi > Rito costume paradosso

    Profilo > Da-mater | Terramadre

    Da-mater | Terramadre - Carla Cacianti